Presentata una proposta di legge sulle eccedenze alimentari

Insieme ad altri consiglieri regionali sono firmatario di una proposta di Legge sulle Eccedenze alimentari. Ecco il testo della proposta di legge regionale:

Pdl 192 -Interventi per combattere la povertà ed il disagio sociale attraverso la redistribuzione delle eccedenze alimentari

 

Art. 1 (Finalità)

La Regione Toscana, nell’ambito delle politiche di solidarietà sociale, riconosce, valorizza e promuove l’attività svolta per il recupero delle eccedenze alimentari e per la loro redistribuzione ai soggetti che assistono persone in stato di grave disagio sociale e di indigenza.

Art. 2 (Soggetti)

1. La Regione assume le finalità di cui all’articolo 1, avvalendosi per il perseguimento delle stesse, di enti ed associazioni no profit in possesso di certificata e documentata attività esercitata su dimensione regionale, a livello continuativo, da almeno cinque anni.

 

Art. 3 (Interventi)

1. La Regione, in attuazione delle finalità di cui all’articolo 1, individua gli obiettivi e le modalità di intervento e di sostegno operativo e finanziario mediante la predisposizione di un programma di interventi a valenza triennale.

2. Il programma persegue i seguenti obiettivi:

 

a. l’attenuazione delle condizioni di disagio delle persone e delle famiglie, attraverso la raccolta e la distribuzione di generi alimentari agli enti che operano nel settore assistenziale

b. la promozione e il sostegno di specifici progetti formativi inerenti la diffusione di una corretta cultura della nutrizione da attuarsi anche mediante apposite azioni di informazione rivolte verso la collettività;

c. la costituzione di modelli di partnership consistenti nella definizione di accordi di collaborazione tra le aziende del settore alimentare , della grande distribuzione alimentare e della ristorazione collettiva con gli enti assistenziali favorendo la cessione di beni non commerciabili ma ancora commestibili

d. la predisposizione di progetti di informatizzazione e di formazione professionale a sostegno delle attività di recupero e distribuzione delle eccedenze alimentari

e. I rapporti tra la Regione e i soggetti individuati dal programma di cui al precedente comma, sono regolati da un’apposita convenzione approvata dalla Giunta regionale.

f. La convenzione prevede le modalità e i tempi di realizzazione degli interventi e dei servizi prestati nonché le modalità per la verifica dello svolgimento degli stessi e per l’erogazione di risorse economiche da parte della Regione Toscana.

Art. 4 ( Norma Finanziaria)

Per il programma pluriennale di cui all’articolo 3 è autorizzata la spesa complessiva per il triennio 2008/2010 di euro 150.000,00 di cui euro 50.000,00 per il 2008, euro 50.000,00 per il 2009 ed euro 50.000,00 per il 2010 a valere sulla UPB 234 “Programmi ed azioni per il sostegno dell’inclusione sociale – spese correnti”.

About Vittorio Bugli

Assessore alla Presidenza della Regione Toscana

, , ,

No comments yet.

Lascia un Commento