Giovani Professionisti: approvato regolamento e fondo

giustizia.jpg

E’ stato approvato definitivamente dalla Giunta Regionale nella seduta del 4 maggio 2009 (delibera n.359) il Regolamento che istituisce il “FONDO DI ROTAZIONE PER LA PRESTAZIONE DI GARANZIE PER I GIOVANI PROFESSIONISTI”.

Tale fondo è previsto nell’art. 9 della l.r. 73/2008. Tale legge stanzia per questo fondo la cifra euro 1.000.000.

Di seguito si forniscono alcune informazioni sintetiche sul regolamento.

 

Beneficiari del fondo

I giovani professionisti ovvero coloro che svolgono la pratica o il tirocinio professionale che hanno domicilio professionale prevalente in Toscana e che alternativamente, sono:

a) iscritti in albi ovvero elenchi o registri tenuti da ordini o collegi professionali;

b) iscritti ad associazioni o fondazioni con personalità giuridica (riconosciute secondo quanto previsto dalla l.r. 73/2008), espressione di professionisti prestatori d’opera intellettuale che esercitano professioni non ordinistiche.

 

Oggetto della garanzia

Prestiti:

a) d’onore a favore di giovani di età non superiore a trenta anni per l’acquisizione di strumenti informatici;

b) a favore di giovani con età inferiore a quaranta anni, finalizzati al supporto alle spese di impianto dei nuovi studi professionali.

 

Quota della garanzia

La garanzia è rilasciata ai soggetti finanziatori per un importo massimo:

- pari al 60 per cento con riferimento all’importo di ciascun finanziamento;

- pari fino all’80 per cento per i finanziamenti concessi ai progetti di avvio studi associati od intersettoriali o a favore di giovani professioniste.

 

Cosa copre la garanzia

La garanzia rilasciata copre l’ammontare dell’esposizione del soggetto finanziatore nei confronti del professionista; l’ammontare è comprensivo del capitale e degli interessi contrattuali e di mora.

Sui finanziamenti garantiti dal fondo i soggetti finanziatori non possono richiedere garanzie reali o personali.

 

Durata della garanzia

Il fondo garantisce finanziamenti di durata non superiore a sessanta mesi.

 

Importo della garanzia

L’importo complessivo per ogni professionista, al netto del capitale rimborsato, è di:

a) tremila euro per i prestiti d’onore per l’acquisizione di strumenti informatici;

b) novemila euro per prestiti relativi alle spese di impianto di nuovi studi professionali.

La garanzia può essere richiesta sia per operazioni non ancora deliberate dai soggetti finanziatori, ma anche per operazioni già deliberate ma non ancora concesse dai soggetti finanziatori, a condizione che le richieste arrivino entro due mesi dalla data della delibera dei soggetti finanziatori.

 

Modalità di presentazione della domanda

La presentazione delle domande viene compiuta dai soggetti finanziatori per conto dei professionisti.

Le domande di ammissione vengono poi deliberate dal soggetto gestore entro dieci giorni lavorativi, rispettando l’ordine cronologico di presentazione delle domande.

La delibera di G.R. non ha ancora individuato il soggetto gestore ed erogatore delle risorse del Fondo.

 

About Vittorio Bugli

Assessore alla Presidenza della Regione Toscana

, ,

No comments yet.

Lascia un Commento