Nuove misure per l’imprenditoria femminile


La Giunta Regionale, con delibera n. 935 del 26/10/2009, ha dato seguito ad una delle previsioni del Piano Regionale per la Cittadinanza di Genere riguardo l’imprenditoria femminile.

Con tale atto, infatti, si attiva una specifica misura di garanzia per gli investimenti realizzati dalle PMI femminili (“Interventi di garanzia per gli investimenti realizzati da imprese femminili”), per un importo complessivo di € 780.000 relativamente al biennio 2009-2010.

Tali interventi in garanzia saranno erogati da Fidi Toscana.

DIRETTIVE PER GLI “INTERVENTI DI GARANZIA PER INVESTIMENTI REALIZZATI DA IMPRESE FEMMINILI”

BENEFICIARI – Possono accedere alla garanzia le micro e piccole imprese femminili, in possesso dei parametri dimensionali di cui alla vigente disciplina comunitaria in materia di aiuti di Stato, che:
1. siano imprese a prevalenza femminile (ai sensi dell’art.53 del decreto leg.vo n. 198/2006);
2. siano iscritte nel Registro Imprese presso la Camera di Commercio;
3. abbiano sede legale o unità operativa nella Regione Toscana.

Per poter accedere alla garanzia della presente Misura, le imprese, fatta eccezione per le operazioni relative alle nuove imprese e al microcredito, devono anche rispettare i seguenti parametri:
1. rientrare in una delle classi di rating di Fidi Toscana non inferiore a “B”, secondo quanto previsto dalla Comunicazione 2008/C 155/02 della Commissione sull’applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato CE agli aiuti di Stato concessi sotto forma di garanzie;
2. patrimonio netto/totale attivo non inferiore al 5% con riferimento all’ultimo bilancio approvato; per le società di persone e le imprese individuali il patrimonio netto è considerato integrato con il patrimonio dei soci o del titolare ridotto degli eventuali prelevamenti di questi ultimi;
3. oneri finanziari/fatturato non superiore al 5% con riferimento all’ultimo bilancio approvato. Per le imprese alberghiere proprietarie dell’immobile in cui operano, tale apporto può essere sostituito con il seguente parametro: patrimonio netto/totale attivo non inferiore al 15%.
Le imprese devono comunque essere valutate da Fidi Toscana e dalla Banca economicamente e finanziariamente sane (cioè con una consistenza patrimoniale, una redditività e una capacità gestionale capace di far fronte, secondo le scadenze previste e tenuto conto dell’indebitamento aziendale in essere, agli impegni finanziari derivanti dai finanziamenti per i quali è richiesta la presente garanzia).
Per nuove imprese si intendono quelle che, alla data di richiesta della garanzia, abbiano iniziato l’attività da non oltre 18 mesi.

SETTORI AMMISSIBILI – Tutti i settori. Sono fatte salve le esclusioni previste dalla normativa comunitaria.

OPERAZIONI GARANTIBILI – Finanziamenti, operazioni di locazione finanziaria su investimenti effettuati nel
territorio della Regione Toscana, compreso il microcredito.
Gli investimenti sono suddivisi per le seguenti tipologie di aiuti:
– aiuti agli investimenti in favore delle piccole imprese;
– aiuti alle piccole imprese per servizi di consulenza e per la partecipazione a fiere;
– aiuti a favore di ricerca, sviluppo e innovazione.

Risultano ammissibili anche finanziamenti finalizzati all’acquisto di scorte, per un importo non superiore al 40% dell’importo del finanziamento.
Gli investimenti ammissibili sono quelli iniziati dall’impresa successivamente alla data di presentazione a Fidi Toscana della richiesta di garanzia o già effettuati a partire dal 7 aprile 2009.
L’operazione finanziaria non potrà avere durata inferiore a 60 mesi e superiore a 120 mesi.
La garanzia può essere rilasciata anche su finanziamenti di durata compresa tra 18 e 120 mesi per le operazioni di microcredito.

TIPOLOGIA DI GARANZIA RILASCIABILE – La presente misura riguarda il rilascio di garanzie dirette a favore delle piccole imprese.

MISURA DELLA GARANZIA – La garanzia rilasciata è diretta, esplicita, incondizionata, irrevocabile ed è rilasciata ai soggetti finanziatori per un importo massimo garantito non superiore al 80% dell’importo di ciascun finanziamento o leasing.
L’importo massimo garantito è fissato in Euro 100.000,00 per singola impresa, tenuto conto del capitale già rimborsato.

GARANZIE ACCESSORIE – Sui finanziamenti garantiti dalla presente Misura non potranno essere acquisite garanzie reali, bancarie o assicurative.

COSTO DELLA GARANZIA – Gratuita.

DISCIPLINA COMUNITARIA IN MATERIA DI CONCORRENZA – Le garanzie concesse a fronte di finanziamenti finalizzati ad investimenti già iniziati, sono concesse ai sensi del Reg CE 1998/2006 (“de minimis”). Per le imprese del settore agricolo primario e della pesca le garanzie sono concesse, rispettivamente, ai sensi dei Reg. CE n. 1535/2007 e n. 875/2007 (sempre “de minimis”). L’ Equivalente Sovvenzione Lordo è pari al 13,33% dell’importo garantito.

RISORSE FINANZIARIE – La presente misura è finanziata con risorse della Regione Toscana


About Vittorio Bugli

Assessore alla Presidenza della Regione Toscana

, ,

No comments yet.

Lascia un Commento