Appello al ministro Gelmini: non azzerare il futuro dei nostri giovani

Una riforma che rischia di affossare l’università pubblica . Questo il mio giudizio sulla riforma Gelmini. Ieri abbiamo incontrato il coordinamento dei ricercatori universitari toscani, a tempo indeterminato e precari; è stato un momento di confronto importante, per dimostrare anche che  il nostro appoggio alla protesta sarà deciso a contrastare questa riforma che uccide anche quel poco che ancora lo Stato sta facendo. Negli ultimi tre anni si sono ridotte del 20% le risorse in un Paese che investe il 50% della media europea, e ora si vuole colpire del tutto un sistema, quello del sapere, della ricerca e dell’innovazione che é essenziale per lo sviluppo del Paese. La Gelmini si fermi e apra il confronto: dalla Toscana verranno proposte responsabili ma l’impianto della riforma deve essere rivisto strutturalmente. Questo incontro é stato molto utile e intendiamo approfondire questo confronto soprattutto per capire quale contributo possiamo dare, oltre alla solidarietà. Per la  Regione si tratta di avere un ruolo fondamentale nel rapporto con l’Università, la ricerca e l’innovazione per rendere efficaci le proprie politiche di crescita, in particolare quella industriale. Presto avremo da affrontare il Piano Regionale di Sviluppo, dove saranno affrontati anche i temi di come costruire strumenti e meccanismi utili a favorire un rapporto tra ricerca universitaria e politiche per l’innovazione e per lo sviluppo in Toscana. Ecco perché é utile continuare a lavorare insieme.

About Vittorio Bugli

Assessore alla Presidenza della Regione Toscana

,

Lascia un Commento