Lega Nord preda della sua confusione: toscani o padani, Italia unita o divisa?

La Lega Nord prima esce dall’aula durante la seduta solenne del Consiglio Regionale e poi completa l’opera con dichiarazioni infondate e fuori luogo sul discorso di Rossi e sulla Festa della Toscana. Quest’anno la Festa della Toscana celebra il 150° dell’Unità d’Italia. Lo celebra con costi più che dimezzati rispetto all’anno scorso e con la decisione di tutti. Rossi ha fatto un discorso di qualità dove ha posto l’accento sulla necessità di rilanciare l’unità del Paese e di svolgere per questo un ruolo fondamentale come Toscana, come fondamentale fu il ruolo che la nostra Regione svolse per giungere all’Unità. Cose che sono nella nostra storia. Ha parlato della necessità di un Federalismo solidale che stia in questo sentimento di Unità Nazionale e non in quello di una divisione del Paese e di come si possa dare il nostro contributo in questo senso. Cose dette con efficacia e determinazione, come si deve al Presidente di una Regione che in questo ha creduto e crede ed agisce di conseguenza. Cose che i Toscani possono leggere e certamente condividere. Altro che parlare male del Federalismo, Rossi ha parlato dell’unico Federalismo possibile nell’interesse del Paese e anche l’unico in grado di rendere più efficiente ma anche più unita l’Italia e le sue Istituzioni. Questa reazione sproporzionata e fuori luogo inizia a dare, per chi non l’avesse capito, un’idea precisa di questa Lega che pare sempre più in contraddizione se essere Toscana o Padana e a mostrare che in loro alberga un’idea di divisione del Paese che esce fuori neanche tanto velatamente già alla prima occasione in cui se ne parla.

Seduta solenne del Consiglio regionale-Discorso di Enrico Rossi

About Vittorio Bugli

Assessore alla Presidenza della Regione Toscana

,

No comments yet.

Lascia un Commento