Inserimento lavorativo di persone in condizioni di svantaggio nel mercato del lavoro

Inserimento lavorativo di persone in condizioni di svantaggio nel mercato del lavoro

Programma operativo regionale Fse 2007-2013
Bando Por Fse. Avviso per inserimento lavorativo di persone in condizioni di svantaggio nel mercato del lavoro

Con decreto n. 2208 del 17 maggio 2012 è stato approvato l’avviso pubblico per l’attuazione delle misure di politica attiva per l’inserimento/reinserimento di soggetti in condizioni di svantaggio sul mercato del lavoro.

Dal 1 giugno 2012 è possibile presentare le domande di contributo da parte di datori di lavoro privati per l’assunzione di soggetti in condizioni di svantaggio sul mercato del lavoro. Le assunzioni sono quelle realizzate a partire dal 1 giugno 2012, data di decorrenza dell’AVVISO, fino al 31 dicembre 2013.

I soggetti destinatari di tali interventi sono:
– donne over 40 anni disoccupate/inoccupate iscritte al centro per l’impiego con un’anzianità di iscrizione di oltre 6 mesi;
– persone disoccupate/inoccupate iscritte al centro per l’impiego che abbiano compiuto il 50° anno di età;
– soggetti diversamente abili ai sensi della L.68/99 iscritti al collocamento mirato;
– soggetti svantaggiati ai sensi della L. 381/91 iscritti al centro per l’impiego.

Il presente Avviso mette a disposizione dei datori di lavoro privati contributi per promuovere l’inserimento/reinserimento lavorativo dei soggetti sopra descritti attraverso:

- incentivi per i datori di lavoro che assumono tali soggetti con contratti di lavoro subordinato a termine (per una durata minima di almeno 3 mesi) e a tempo indeterminato, ed eventuali stabilizzazioni a tempo indeterminato dei contratti a termine incentivati con il presente Avviso;
– voucher formativi per percorsi di qualificazione e riqualificazione delle persone assunte;
– voucher di conciliazione destinati all’acquisto di servizi di cura per minori, anziani e disabili, sostenute dai lavoratori assunti o dal datore di lavoro per conto degli stessi. Tali lavoratori devono trovarsi nella condizione di dovere assistere figli minori fino a 14 anni di età e/o disabili o anziani non autosufficienti, familiari, parenti o affini fino al secondo grado di parentela, anche se non conviventi. I voucher di conciliazione possono inoltre essere utilizzati per l‘acquisto di servizi per gli stessi lavoratori assunti nella tipologia di persone disabili..

Modalità e termini di presentazione delle richieste di contributo
Le richieste di contributo dovranno essere presentate dal 1 giugno 2012 fino alle ore 17.00 del 31 dicembre 2013, esclusivamente on line, utilizzando la piattaforma di Sviluppo Toscana S.p.A. al seguente indirizzo: https://sviluppo.toscana.it/svantaggio
Per la richiesta delle chiavi di accesso alla piattaforma e la compilazione della domanda on line si rinvia alla Guida alla Compilazione della domanda
Per tutte le problematiche tecniche relative all’accesso al sistema informatico, è possibile rivolgersi al seguente indirizzo di posta elettronica: supportosvant@sviluppo.toscana.it
Per l’assistenza all’avviso pubblico nonché per informazioni e supporto alla compilazione delle richieste di contributo, è possibile rivolgersi al seguente indirizzo di posta elettronica:svantaggio@sviluppo.toscana.it
Per tutte le altre informazioni e comunicazioni è possibile rivolgersi a: Sviluppo Toscana S.p.A – Via Dorsale, 13 – 54100 Massa Tel. 055 2657550 – dalle 9.00 alle 13.00 dal lunedì al venerdì. Posta certificata: svantaggio@pec.sviluppo.toscana.it

Normativa

– Decreto n. 2208 del 17 maggio 2012 – Approvazione dell’Avviso pubblico per l’attuazione delle misure di politica attiva per l’inserimento/reinserimento di soggetti in condizioni di svantaggio sul mercato del lavoro.

– Delibera G.R. n. 435 del 21 maggio 2012 – Integrazione al Piano di Attività 2012 di Sviluppo Toscana SpA, di cui alla DGR 161/2012 e successive integrazioni.”

About Vittorio Bugli

Assessore alla Presidenza della Regione Toscana
No comments yet.

Lascia un Commento