Vittime di abuso e violenza, la Toscana avrà presto una legge per l’assistenza legale gratuita

violenza-donneLa Toscana spinge in avanti la frontiera dei diritti e avrà presto una legge specifica che garantisce il diritto all’assistenza legale gratuita alle vittime di atti di violenza, maltrattamenti e grave sfruttamento, anche in ambito familiare. Il Consiglio Regionale di ieri ha portato all’approvazione all’unanimità della mozione presentata dal consigliere Paolo Tognocchi e sottoscritta in maniera bipartisan da molti consiglieri, nello stesso giorno in cui il Parlamento ha ratificato la convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne (siglata a Istanbul nel 2011). Da tempo la Toscana è impegnata su questo fronte con strumenti concreti ed efficienti, attraverso i centri antiviolenza sul territorio e con il progetto regionale codice rosa, potenziato di recente per assicurare un percorso di accoglienza al Pronto soccorso dedicato a chi subisce violenza e rivolto non soltanto a donne ma anche ad anziani, bambini, disabili, omosessuali e immigrati. La Giunta emanerà quanto prima una proposta di legge che istituisca un fondo di sostegno per il pagamento delle spese di assistenza legale e le relative linee guida per la definizione di criteri, modalità organizzative e di attuazione del fondo, fino a predisporre e rendere accessibili – in raccordo con l’Avvocatura – l’elenco di avvocati e le modalità di rapporto con enti, servizi territoriali e altri soggetti che operano nel settore. Ho da subito condiviso l’iniziativa del Consiglio, mettendo a disposizione gli strumenti e le competenze della Regione, e mi impegnerò a favorire una rapida approvazione di una legge che pone la Toscana sempre più all’avanguardia nella tutela dei diritti di cittadinanza sociale.

About Vittorio Bugli

Assessore alla Presidenza della Regione Toscana
No comments yet.

Lascia un Commento