Il decreto sul femminicidio è un passo in avanti di civiltà e giustizia

Nell’afa di agosto e in un clima politico ancora più bollente il Governo ha approvato il decreto sul femminicidio. Da oggi la violenza contro le donne sarà perseguita e punita con maggiore efficacia. Pene più dure e certe per i reati che avvengono entro le mura domestiche. Subdoli e “silenziosi”, accadono spesso accanto a noi. Nascosti da un’apparenza di normalità familiare. Positivo che tra gli aspetti introdotti dalla norma ci sia l’allontanamento coatto per il coniuge o il convivente e l’inasprimento della pena per gli episodi compiuti davanti ai figli. L’Italia ha fatto un passo in avanti di civiltà e giustizia.

About Vittorio Bugli

Assessore alla Presidenza della Regione Toscana
No comments yet.

Lascia un Commento