Il Bilancio di genere approvato oggi dalla Giunta regionale

bilancio-di-genereAbbiamo una bella legge, la numero 16 sulla “Cittadinanza di genere”, che tra l’altro prevede che la nostra regione sia dotata, insieme a quello generale e a quello sociale, anche del Bilancio di genere. Uno strumento che ci consenta, oltre che di ragionare sui numeri, anche di vedere quale ricaduta hanno sulle politiche, in questo caso di genere. Appena insediato, ho ritenuto dunque di lavorare insieme all’assessore Allocca e alla Commissione Pari opportunità perché diventasse realtà. È di questi giorni il rapporto del Censis che dice esplicitamente che chi sta salvando l’Italia sono le donne, che rappresentano il nuovo ceto produttivo e il cui protagonismo si propone anche in chiave di rifondazione dal basso della classe dirigente. Un quadro in cui la Toscana non fa di certo eccezione e che ci conferma che le azioni che abbiamo intrapreso vanno nella giusta direzione.
Stamani in Giunta lo abbiamo approvato, è il primo Bilancio di genere che facciamo e siamo certi che questa fase iniziale, di sperimentazione, servirà ad affinarlo e a renderlo sempre più efficace.
Da oggi possiamo contare su uno strumento rivolto ad amministratori e cittadini per comprendere l’impatto delle politiche regionali sulle donne e sugli uomini, dando in questo modo l’opportunità di migliorare l’utilizzo delle risorse pubbliche con più equità ed efficienza.
È anche uno strumento di trasparenza e di democrazia, che serve a rendere i cittadini più consapevoli e a contribuire ad una società con meno discriminazioni e diseguaglianze.
Vogliamo essere in prima fila nella lotta alle discriminazioni di genere e agli stereotipi, anche attraverso azioni e progetti di formazione e sensibilizzazione, a partire dalle scuole, su un tema che oggi è drammaticamente attuale. La discriminazione di genere si combatte soprattutto grazie ad una nuova cultura di genere.

IL BILANCIO DI GENERE DELLA REGIONE TOSCANA

About Vittorio Bugli

Assessore alla Presidenza della Regione Toscana
No comments yet.

Lascia un Commento