World Wide Views 2015, parola ai cittadini toscani su clima e energia

Un giorno, cento nazioni e più di diecimila cittadini: tutti insieme a parlare di ‪clima‬ e #‎energia‬. È il World Wide Views on Climate and Energy, evento mondiale che si terrà il 6 giugno prossimo. La Toscana, unica regione che ha aderito all’iniziativa, rappresenterà l’Italia in questo processo partecipativo su scala mondiale che anticipa di sei mesi la Conferenza internazionale sul clima di Parigi.
Un momento in cui i cittadini si siederanno attorno ad un tavolo, anzi più tavoli, per parlare di cambiamenti climatici, energie alternative e di tutto ciò che si può fare per recar meno danni possibili al pianeta e all’ambiente in cui viviamo, per meglio preservarlo e avanzare proposte su politiche da far adottare agli Stati.
Un’occasione importante, alla quale la Toscana non poteva mancare, visto che è stata la prima regione ad approvare una legge sulla partecipazione. C’è anche dell’altro, un legame simbolico ma che tiene il filo del sapere toscano sul clima, visto che proprio nella nostra regione sono stati tenuti a battesimo i primi studi della meteorologia con l’Accademia del Cimento, poi diffusi nel mondo attraverso i Gesuiti.
Il cambiamento climatico è oramai una realtà con cui fare i conti e che avanza più rapidamente delle nostre reazioni. L’uragano delle settimane scorse è l’ennesima riprova. Per questo di questi temi è importante parlare. C’è la necessità di agire nell’immediato e concretamente, ma è anche urgente porre una questione di più ampio respiro e di più lungo termine: un cambiamento di mentalità e di pratiche. Questo lo si può fare solo coinvolgendo i cittadini. Nella presa di coscienza della portata del fenomeno e delle responsabilità e nell’elaborazione poi delle politiche e delle strategie per affrontarlo.

Nella foto: un momento della conferenza stampa di presentazione dell’evento, questa mattina a Palazzo Strozzi Sacrati.

www01

About Vittorio Bugli

Assessore alla Presidenza della Regione Toscana

, , , , , , , ,

No comments yet.

Lascia un Commento